Judo e Judo Inclusivo

Novità 2018

 

Cos’è il Judo?

Il Judo ha origini abbastanza recenti. La sua nascita si colloca a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento in Giappone, in piena Restaurazione Meiji, un periodo storico che potremmo paragonare ad una sorta di illuminismo, caratterizzato da un abbandono delle tradizioni del passato, e un’apertura mentale nei confronti della cultura occidentale, dall’economia, alla politica e all’educazione.  In questo contesto, nacque un naturale disinteresse verso diversi fronti radicati nella cultura giapponese, arti marziali comprese. 

Il Judo nasce dalla mente di Jigoro Kano come costola del Jujitsu, un’arte marziale estremamente diffusa prima della Restaurazione Meiji, utilizzata come metodo di difesa tra le fila dei samurai. Kano riconosce l’efficacia e la validità di alcune tecniche del Jujitsu, ma allo stesso tempo ne critica le modalità con le quali veniva tramandata quest’arte. Per questo viene coniato il termine Judo, composto da due ideogrammi: “Ju”, che significa gentile, cedevole, ragionevole o efficace , “do”, che vuol dire “via, principio”. In particolare, l’ideogramma “do” si contrappone a “jitsu” che vuol dire tecnica, ed è da quest’ultimo concetto che Kano volle prendere le distanze. Nello studio del judo, l’apprendimento della tecnica infatti è una finalità secondaria, quasi un effetto collaterale. 

Il Judo quindi sì, un’arte marziale, ma anche un valido esercizio per l’educazione fisica e mentale. 

Ed è proprio dagli aspetti educativi di questa complessa disciplina che nasce il nostro corso di Judo.

La nostra offerta vuole valorizzare gli aspetti educativi del Judo, i cui principi sono applicabili anche al di fuori del contesto palestra.

 

I principi educativi 

Seryoku zen yo, “il miglior uso dell’energia”

La pratica del judo insegna che qualunque sia l’obiettivo, per conseguirlo si devono concentrare nel modo più efficace tutte le proprie energie fisiche e mentali. “Più efficace” vuol dire essere in grado di dosare le proprie energie in base al compito che dobbiamo eseguire, senza sovraccaricarsi. In questo modo, un buon judoka imparerà gradualmente a conoscersi e ad acquisire consapevolezza delle sue potenzialità e sfruttarle nel migliore dei modi. Questo principio può essere applicato a partire dall’educazione fisica, intellettuale, morale, fino alle interazioni sociali e alla vita di tutti i giorni. 

Jita Kyoei “mutua amicizia e prosperità, tutti insieme per crescere e progredire”

Nonostante il judo nasca come attività individuale, Jigoro Kano riconosce l’impossibilità di crescita personale senza un adeguato confronto con gli altri. L’apprendimento nasce dal confronto. L’emblema di questo principio è rappresentato dal rapporto insegnante e studente: lo studente, senza l’insegnante, non potrebbe accedere alla conoscenza di alcuni argomenti e di conseguenza impararli; allo stesso modo l’insegnante, senza studenti, non avrebbe mai modi di mettere alla prova le sue capacità di insegnamento né di trasmettere ciò che ha imparato. Per questo non è sbagliato sostenere che lo studente impara dall’insegnante in egual modo in cui l’insegnante impara dallo studente. E’ da questo confronto che avviene il miglioramento sia in campo individuale che per la collettività.

 

 

La nostra offerta formativa

Il Progetto Judo e Judo Inclusivi si articolano nei seguenti corsi

Corso Baby Judo

Età dai 4 ai 6 anni

Lunedì 16.30 – 17.30

Il corso sarà incentrato sull’avviamento all’attività sportiva al fine di sviluppare abilità motorie di base. Utilizzando il gioco come mezzo educativo e di apprendimento si cercherà di trasmettere i valori educativi intrinsechi della disciplina del Judo, come il rispetto (di sé, dei compagni di allenamento e delle regole) e la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Corso Bambini

Età dai 7 ai 10 anni

Lunedì 17.30 – 18.30  Venerdì 17.00 – 18.00

Il lunedì sarà proposta un’attività maggiormente improntata sull’insegnare, attraverso il gioco, i principi fondamentali del judo con enfasi sul valore educativo dell’attività.

L’attività del venerdì sarà improntata principalmente sullo sviluppo di tutte quelle capacità ed abilità psicomotorie di base.

Punto fondamentale di entrambe le giornate è il trasmettere i valori educativi della disciplina, come il rispetto (di sé, dei compagni di allenamento e delle regole) e la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità, utilizzando come mezzo educativo e di apprendimento il gioco. 

Corso Ragazzi

Età dai 10 anni

Lunedì 18.30 – 20.00  Venerdì 18.00 – 20.00

Il lunedì sarà proposta un’attività maggiormente improntata sull’apprendimento delle tecniche e, successivamente un raffinamento e perfezionamento della medesime. Verranno inoltre fornite nozioni base di storia, filosofia del judo e arbitraggio al fine fornire tutte le basi per diventare un judoka completo. 

L’attività del venerdì sarà improntata principalmente sullo sviluppo di tutte quelle capacità ed abilità psicomotorie indispensabili senza trascurare le attività specifiche che la nostra disciplina prevede.

Punto fondamentale di entrambe le giornate è il trasmettere i valori educativi della disciplina, come il rispetto (di sé, dei compagni di allenamento e delle regole) e la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità, utilizzando sempre il mezzo educativo e di apprendimento del gioco. 

Judo inclusivo

Punto cardine dei nostri corsi è il progetto di inclusione per bambini e ragazzi diversamente abili e con bisogni educativi speciali. Questo progetto è esteso a tutte le fasce orarie. Verrà posta particolare attenzione alle singole difficoltà, al fine di creare un clima sereno ed inclusivo per tutti.